30 ottobre 2018

Pizzette Mostruose.


PRONTI PER LA NOTTE PIÙ SPAVENTOSA DELL'ANNO??? Oramai in Italia ci siamo convertiti alla grande a questa mostruosa festa americana che però rispetto a tante altre cose made in USA, la trovo molto divertente e festosa. In realtà mi piace tanto tutto quello che c'è intorno: decorazioni, maschere, la zucca da svuotare, l'allegria dei bambini nel prepararsi a questa nottata.

#recipe
In cucina poi c'è tanto da fare soprattutto se si decide di organizzare una festa per i bimbi - noi la stiamo organizzando per la sera del primo novembre. Su ALICE di Ottobre - da pagina 160 a pagina 164 - trovate un intero menù MOSTRUOSAMENTE GOLOSO E DIVERTENTE preparato da Raffaella Caucci, lei la trovate su Profumo di Cannella. Le ricette sono tutte molto semplici da preparare anche se a vederle potrebbe sembrare richiedano più tempo.

PIZZETTE MOSTRUOSE
ingredienti

150 gr di yogurt greco intero - 150 gr di yogurt bianco intero
120 gr di farina 0
1/2 cucchiaino di lievito istantaneo per torte salate
300 gr di passata di pomodoro
olive nere snocciolate
olio evo
sale

Raccogliere in una ciotola lo yogurt scolato dal liquido in eccesso. Mescolare la farina con i lieviti o e il sale, unire allo yogurt ed impastare fino ad ottenere u composto sodo e omogeneo. Coprire e lasciare riposare. Nel frattempo condire la passata di pomodoro con un filo di olio e sale. Scolare accuratamente le olive. Per la realizzazione nel ragno procedere così: tagliare una rondella partendo dall'estremità con il foro a croce (la testa del ragno), tagliare in orizzontale la parte che resta dell'oliva a metà (due corpi del ragno). Prendere una seconda oliva e tagliarla a metà. ogni metà tagliarla nuovamente i tre parti, tre striscette (le zampette del ragno). Stendere l'impasto con un matterello su un piano di lavoro leggermente infarinato. Con un coppapasta realizzare le pizzette tonde. Trasferire le pizzette su una teglia ricoperta di carta da forno e passere il pomodoro su tutte le pizzette. Comporre il ragno e infornare a 200° per una decina di minuti o comunque fino a doratura.
Share:

Nessun commento

Posta un commento

Template by pipdig