Dicembre. La ricetta del Ciambellone soffice e burroso.

ON AIR 
Rockin around the Christmas Tree - Brenda Lee

Quasi Natale. Lorenzo mi ha chiesto di fare gli addobbi natalizi e quest'anno ho provato ancora più felicità nel preparare la casa alla magica atmosfera natalizia. Lui ha 5 anni e con le sue  manine cicciose da ometto scarta le palline da mettere all'albero. 
QUANTO AMORE NEI PICCOLI GESTI. 
Quest'anno abbiamo messo anche le lucine esterne e così aspettiamo sera, quando le luci illuminano tutto, accendiamo le stelle del nostro albero e mettiamo su quel cd: BALLIAMO E CANTIAMO
Perché poi la magia sta proprio qui. GODERE LA CASA E TUTTO IL SUO CALORE. Riempirla di profumi. CANDELE ACCESE. UNA LUNGA LETTERINA DI DESIDERI. E TANTO TANTO AMORE.

Perché poi ogni tanto vivere la felicità e non starla sempre a cercare non è poi una scelta così sbagliata. Basta davvero poco. 

Da questo Dicembre mi aspetto di continuare a viverlo così: SERENA. 
Preparare tanti dolci buoni e vivere merende fra amichetti. Guardare i cartoni della Disney avvolti nelle coperte e godere dello stupore di Lorenzo quando ogni mattina scopre cosa c'è dentro la bustina dell'avvento. 

La ricetta di oggi è quella di un ciambellone soffice dal profumo burroso, ideale per le colazioni di questo periodo. Vi auguro delle splendide giornate pre-natalizie.

#alzateilvolume 

CIAMBELLONE SOFFICE 
ingredienti 
250 gr di farina - ho usato la 170W della Garofalo
200 gr di burro 
200 gr di zucchero 
4 uova grandi 
120 ml di latte 
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale 
scorza di limone
zucchero a velo qb

Separare i tuorli dagli albumi e tenere questi ultimi da parte. Unire lo zucchero ai tuorli e montare con una frusta NOI a mano o elettrica - se poi avete una planetaria andate di lusso. Unire alla montata di uova la farina e il lievito setacciati. Mescolare dal basso verso l'alto aggiungendo gradualmente il latte. Aggiungere il burro a pezzetti, il sale e la scorza di limone qb per aromatizzare. Montare a neve gli albumi e amalgamare con l'impasto. Versare in uno stampo e cuocere a 180° per 40 minuti circa.




Share:

Novembre.

ON AIR
November Rain - Guns N'Roses 

Autunno. Novembre, #adoro. 
Adoro il mese di Novembre. Le giornate uggiose cariche di malinconia. Passeggiare sotto la pioggia. Le foglie gialle dell'autunno. Quasi cinque anni fa e Novembre ha cambiato la mia vita. E' arrivato Lorenzo. Passeggio e penso a lui, a noi, alla mia vita da mamma: #tuttiisantigiorni. UN FIGLIO È UN'ESPERIENZA STRAORDINARIA.
La foto rappresenta l'autunno perfetto. Scattata mentre cammino. Via del Pigneto completamente deserta. I banchi del mercato hanno già chiuso. Il profumo della pioggia. La strada è uno specchio e lì mi emoziono. Novembre sta scorrendo così. Il primo freddo sulla pelle e i tanti pensieri che girano in testa. 

Quella di oggi sarà una giornata ventosa (così dice il meteo) e impegnativa. La sveglia ha suonato prima e la colazione l'ho già terminata. Prima che Novembre termini torno con una ricetta di stagione, dovrei riuscirci. Nel frattempo ovvero oggi mi lascio accompagnare dalla splendida November Rain.....#alzateilvolume

Buona giornata.



Share:

La ricetta di stagione. Gnocchi con Radicchio e Pecorino.

ON AIR
Mrs Robinson - Simon & Garfunkel

Della serie ci metto più tempo a dirlo che a farlo. E' successo con la cena di ieri sera. Giorni strani quelli di questo periodo, un po' influenzata e così che la voglia di mettermi ai fornelli è scarsa così anche la voglia di mangiare. Ieri sera però "c'avevo fame", nel frigo due piante di radicchio e una confezione di gnocchi RANA - dichiaro di non averli preparai in casa - e in freezer i peperoncini freschi. 
RICETTA FACILE, DIREI VELOCE E DI STAGIONE. 

GNOCCHI CON RADICCHIO, PECORINO E PEPERONCINO 
ingredienti 
gnocchi
radicchio
peperoncino 
pecorino 
una noce di burro 
mezzo bicchiere di birra

Lasciare appassire il radicchio in padella con un peperoncino fresco tagliato a pezzi, versare la birra e coprire. Passare grossolanamente al minipimer il radicchio e riversare in padella. Aggiungere una noce di burro e continuare a cuocere su fiamma bassa. Aggiungere gli gnocchi, concludendo la cottura in padella. Aggiungere acqua di cottura se necessaria. Mantecare con pecorino a fuoco spento. 


Share:

#speedyfood05: Radicchio in padella.

ON AIR
True Colors - Cyndi Lauper

Finalmente è Venerdì Sabato. Quasi conclusa la settimana di caos. Lorenzo già da ieri giovedì è rientrato all’asilo. Stiamo debellando la tosse. CHE FATICA MAMME!!!

OGGI VI PROPONGO UNO DEI PRANZI AL VOLO DI QUESTA SETTIMANA.
La preparazione è ideale per inserire la ricetta nelle proposte di #speedyfood.

Buon weekend.

RADICCHIO IN PADELLA
ingredienti
radicchio rosso di treviso
pecorino
olio evo
sale

Tagliare il radicchio e saltarlo in padella con un filo d'olio e condire di sale. Il radicchio deve rimanere croccante. Trasferire in un piatto ancora caldo e aggiungere il pecorino.




Share:

Dolce di stagione. Plumcake con Zucca e Cioccolato fondente.

ON AIR
Dedicato a Te - Le Vibrazioni 

Notti insonni. Notti a guardarlo dormire e sperare che la febbre non salga nuovamente. Notti interminabili. Quando Lorenzo sta male è come se fosse sempre una prima volta. Mi sento sempre inadatta, poco pronta a prendere qualsiasi decisione soprattutto quando la situazione peggiora durante la notte. Il mio stato d'animo è triste e sto lì a contare i giorni che tutto finisca presto. Poi per non parlare che, oltre allo stato emotivo KO, anche lo stato organizzativo della quotidianità è devastante. Tremila incastri, ore di permesso. Giorni che scorrono nel caos più totale e quando tutto termina, ricominciare con i ritmi puntuali e ordinati è rincuorante. 

Lo scorso weekend, prima che iniziasse la nostra settimana di febbre, abbiamo ritagliato un po' di tempo per un dolce tipicamente autunnale. 
UN PLUMCAKE DI ZUCCA IDEALE PER UNA PRIMA COLAZIONE. 
CONSERVATO IN UN' ALZATINA PER DOLCI, RESTA SOFFICE E UMIDO PER UN PO' DI GIORNI. 
La ricetta è presa dal web. Rispetto a quanto indicava la ricetta, ho aggiunto un po' più di semola. 

Buona giornata a voi. 

PLUMCAKE CON ZUCCA E CIOCCOLATO FONDENTE
ingredienti 
230 gr di zucca già pulita 
150 gr di semola rimacinata
100 gr di zucchero di canna
1 uovo
50 ml di olio di girasole
40 gr di cioccolato fondente
mezza bustina di lievito per dolci 

In un mix elettrico, tritare insieme la zucca e il cioccolato fondente fino a ottenere una purea. A parte sgusciare l'uovo e sbatterlo insieme all'olio di girasoli e aggiungerli alla purea di zucca. In un'altra ciotola mettere insieme le componenti solide (farina, zucchero e lievito) e incorporarli alla componente liquida. Versare in uno stampo per plumcake e farcire di qualche pezzo di cioccolato. Infornare 180° - A FORNO GIA' CALDO - per 30/40 minuti.


Share:

Carote al forno con Mandorle.

ON AIR
L'Amore Mi Perseguita - Giusy Ferreri 

Quasi fine settimana, gioco di anticipo e vi propongo una ricetta sfiziosa, rapida e leggera da rifare nei prossimi giorni. 
E a proposito di fine settimana, Domenica 8 Ottobre sarà la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo. Tante le iniziative rivolte ai più piccoli. Noi visiteremo, sempre se il tempo non ci tradisce, il Polo Museale di Atac, un museo all'aperto completamente dedicato alla cultura del trasporto pubblico con l'esposizione dei tram d'epoca, quelli che viaggiavano negli anni 20 a Roma. Le info sul Polo Museale, le trovate qui

LA RICETTA CHE PROPONGO E' QUELLA DELLE CAROTE ARROSTITE. 
Ispirata ad una ricetta di Roberta - Facciamo che ero la cuoca. Qui trovate il link diretto. 

CAROTE AL FORNO
ingredienti
carote con ciuffo
olio extra vergine di oliva 
mandorle
origano 

Lavare le carote e sbucciarle. Eliminare una parte di ciuffo. Sistemare le carote in una teglia, cercando di non sovrapporle. Condire con olio evo, le mandorle tritate grossolane, sale e origano. Infornare a 200° per circa 20-25 minuti. 
BUONISSIME DA MANGIARE COME ANTIPASTO ACCOMPAGNATO DA UN BICCHIERE DI BIRRA FRESCA. 

#haveaniceweekend
#workharddreambig


Share:

Fettuccine Home Made.

ON AIR 
Karma Chameleon - Boy George

Abbiamo festeggiato l'arrivo del mese di Ottobre trascorrendo una tipica domenica italiana A CASA.

Lorenzo: Mamma dove andiamo oggi?
Io: Andiamo , andiamo...A CASA. 
Lorenzo: EVVIVAAAAAAAAA. Posso rimanere tutto il giorno con il pigiama?
Io: SI.
Lorenzo: EVVIVAAAAAAAAA!!! 

Quando si dice la felicità è una cosa semplice, e con i bambini è assolutamente così.
LORENZO ADORA TRASCORRERE LE GIORNATE A CASA.
Dopo una settimana intensa, fra attività e - DAI MUOVITI LORENZO SIAMO IN RITARDO - quando arriva il sabato, il suo desiderio di non fare niente è tantissimo. E in questo senso, penso che a volte le proposte dall'esterno siano davvero tante per i più piccoli.
TROPPE ATTIVITÀ FISICHE, TROPPI POMERIGGI IMPEGNATI, perdendo così la bellezza di quel dolce far niente che resta un'attività salutare e non solo per i bambini.

Spesso poi di domenica prometto a Lorenzo di preparare insieme qualcosa in cucina. Lui è davvero bravo. Molto più preciso di me. 
MI SORPRENDE OGNI GIORNO PER LA SUA SPICCATA CURIOSITÀ.
Domenica scorsa è stata la volta delle fettuccine. Ci abbiamo impiegato il triplo del tempo ma quanto divertimento. 
PREPARARE LE FETTUCCINE IN CASA É SEMPRE UNA BUONA IDEA. 




REPORTAGE FOTOGRAFICO DELLA NOSTRA DOMENICA. 






PER LA RICETTA DELLA PASTA FATTA A MANO, SEGUO LE DISPENSE DELLE LEZIONI DI CUCINA, FREQUENTATE QUALCHE ANNO, A FIRMA DELLA BRAVISSIMA SABRINA FIORENTINI



FETTUCCINE HOME MADE
ingredienti
4 uova
300 gr di farina 0
100 gr di semola rimacinata

Con le due farine setacciate, fare una fontana. Disporre al centro le uova e iniziare ad impastare, prendendo la farina dal centro della fontana. Lavorare l'impasto a lungo, finché non diventerà elastico e farà le bolle in superficie. Lasciare riposare la massa avvolta in una pellicola per mezz'ora. Stendere l'impasto e tagliare le fettuccine o come noi utilizzare la macchina. 

#prepararelefettuccineincasaesempreunabuonaidea
#workharddreambig
#nevestop


Share:

Quanto ci piace l'Autunno. Torta di Lampone e Cioccolato BIANCO.

ON AIR
De Alone -Anastacia

Quanto ci piace l'Autunno. Le giornate tiepide e le foglie che cadono giù dagli alberi. Le sfumature pazzesche del cielo al tramonto. L'Autunno e le ottobrate romane con il cielo terso e la t-shirt ancora mezza manica. L'Autunno e la voglia di ri-innamorarsi ancora, essere ottimisti e vedere sempre e comunque il bicchiere mezzo pieno. 
AVERE CORAGGIO DI ESSERE FELICI.

QUANTO CI PIACE L'AUTUNNO E LE NOSTRE TORTE A QUATTRO MANI. VEDERE CRESCERE MIO FIGLIO É UN'ESPERIENZA STRAORDINARIA. 

RICETTA FACILE E VELOCE. NEL BLOG TROVATE ANCHE LA VARIANTE CON LE CILIEGIE. 

HAPPY SUNDAY. 

TORTA DI LAMPONI E CIOCCOLATO BIANCO
ingredienti
400 gr di lamponi
300 gr di farina - ho usato la 170W della Garofalo
200 gr di zucchero
2 uova
50 gr di burro 
1 pugno di frumina
1 bustina di lievito per dolci
circa mezzo bicchiere di latte
cioccolato bianco

Sbattere le uova con lo zucchero. Aggiungere la farina e il lievito setacciati e la frumina. Mescolare aggiungendo il burro sciolto a bagno a maria. Per ultimo aggiungere i lamponi e mescolare insieme così da amalgamare bene le ciliege nell'impasto. Se l'impasto dovesse restare troppo solido aggiungere poco alla volta il latte. Infornare - A FORNO GIA' CALDO - a 180° per 40/45 minuti. Prima di infornare grattare sopra il cioccolato bianco, circa 20 gr.



Share:

Weekend in Umbria.

Partenza Venerdì mattina, DESTINAZIONE: CASCATE DELLE MARMORE. Da Roma circa 1 ora e 30 minuti di viaggio. La giornata è stata perfetta, senza una grossa affluenza di persone e uno splendido cielo terso.

INGRESSO PARCO Fluviale del Nera 10 euro adulti - bimbi gratis 0-4 tutte le altre info su www.marmorefalls.it

Partenza BELVEDERE SUPERIORE.
Il primo grande spettacolo nel quale ci troviamo immersi e dal quale restiamo ipnotizzati, è il sorprendente getto della cascata. Tonnellate di acqua che scorrono giù velocemente. Una musica ad altissimo volume. E lo stupore ancora più grande, sono gli arcobaleni nelle nuvole d'acqua.






Seguiamo il SENTIERO N. 1 (sulla mappa quello in rosso).  Prima sosta: il BALCONE DEGLI INNAMORATI percorrendo il tunnel gocciolante che fa molto avventura. Dal balcone si ammira il primo spettacolare salto della cascata. Un'esperienza di assoluto benessere. Nonostante le tonnellate di acqua che avrebbero potuto travolgermi, MI SENTIVO FELICE con un bel sorriso stampato sulla faccia!!!






Le deviazioni per gli altri salti non le abbiamo percorse. Indispensabile l'uso del k-way che noi non avevamo.

165 metri di dislivello e arriviamo al BELVEDERE INFERIORE in circa 45 minuti. Anche qui travolti da una nube immensa di vapore: scenario e sensazioni molto suggestivi.
Questa delle Cascate è sicuramente un'esperienza da vivere, molto da effetto e per  i bambini e per gli adulti. Consiglio l'escursione attraverso il parco, ci si sente immersi nella natura da attori protagonisti. Fermarsi a guardare senza fretta: regola imprescindibile per godere completamente di tutto. In alternativa è possibile accedere direttamente al Belvedere Inferiore senza percorrere il parco. Altra nota è quella dell'orario di apertura del getto d'acqua. La Cascata è a flusso controllato, ci sono degli orari durante i quali il flusso è spento e si perderebbe dunque una gran parte del sorprendente spettacolo.





PROSEGUIAMO LA GITA IN DIREZIONE SAN GEMINI IN CERCA DEL NOSTRO AGRITURISMO. 

AGRITURISMO IL POGGIO DEL SOLE - Località Collepizzuto 100, San Gemini 
Prenotazione tramite il portale Agriturismo.it approfittando della promozione in occasione del #mesedeibambini che prevede i bimbi gratis per un adulto pagante in tutti i weekend di Settembre.
Il Poggio del Sole mi piace raccontarlo come un posto AFFASCINANTE, immerso nelle verdi vallate umbre. La cordialità della signora Daniela ci ha messo immediatamente a nostro agio. La cucina è a firma dello chef Tommaso. I sapori sono quelli di un cibo genuino e preparato con dedizione e cura: il mio ringraziamento speciale per le attenzioni ricevute nel preparare la pasta a mio figlio. Le colazioni sono abbondanti e completamente home made: crostate con marmellate di albicocca, marmellata di fichi, ciambellone al cocco e durante la colazione della domenica abbiamo anche assaggiato delle fette di plumcake bicolore con sopra una deliziosa glassa di cioccolato.







Gli spazi esterni sono molto ampi. Circondati da uliveti, alberi da frutto e animali. POSTO IDEALE PER I BAMBINI. Una splendida piscina vista natura dove trascorrere del tempo nella pace e benessere totale. 






OSPITALIA' CORDIALE, RISERVATA E GENUINA. 
SPAZI INTERNI ED ESTERNI BEN TENUTI E PULITI. 
LO CONSIGLIO E PER UN FINE SETTIMANA DI RELAX E PER UNA VACANZA PIÚ LUNGA: POSIZIONE STRATEGICA PER VISITARE L'UMBRIA.  

E in ultimo qualche scatto della splendida Narni, individuata come il centro geografico d'Italia (studi non ufficiali, fonte WIKIPEDIA).








SOSTA ENOGASTRONOMICA SU CORSO GARIBALDI.

LA BOTTEGA DEL GIULLARE - Via Giuseppe Garibaldi 8, Narni 
Abbiamo ordinato un  tagliere di salumi e formaggi tipici, serviti con miele di zona. LA COPPA ERA BUONISSIMA, CONDITA CON SCORZA D'ARANCIA. Buone anche le verdure, tra cui funghi, radicchio al forno e cicorie. Tutto accompagnato dal vino della casa ovvero UN CALICE DI CILIEGIOLO DI TERNI. Non consiglio di sedersi qui e prendere un vino diverso dal Ciliegiolo. Staff giovane e dinamico. 





Ri-partenza Domenica mattina #neverstop

Share:

Benvenuto Autunno. La Ricetta dell'Insalata di Pollo in una notte di mezza estate.

ON AIR
Clean Bandit - Symphony Feat

Metti un sera di mezza estate, una di quelle sere là che uscivo sul balcone e ancora era caldo alle 22.00. Metti i condizionatori accesi in tutte le stanze di casa, che poi puntualmente li spegnevo e preferivo soffrire la temperatura torrida perché a me 'sti condizionatori proprio non convincono. Metti poi un amico che non vedevo da tanto tempo - che fai stasera vieni a cena da noi ? - e metti che il piacere di trascorrere insieme una serata era direttamente proporzionale al caldo percepito. Ecco il risultato di tutte queste cose è stata la preparazione di una cena in condizioni atmosferiche poco favorevoli.

E POI METTI CHE LE COSE ORGANIZZATE ALL'ULTIMO SONO SEMPRE LE MIGLIORI. 

INSALATA DI POLLO 
ingredienti
cosce di pollo - il macellaio mi ha consigliato la coscia al petto
pomodori ciliegino
olive taggiasche
basilico

Cuocere le cosce di pollo sulla piastra e dopo che si sono raffreddate tagliarle a pezzi o anche a listarelle, come preferite. Tagliare i pomodori ciliegino a metà e le olive taggiasche - io prendo quelle denocciolate. Condire con olio evo, sale, aceto balsamico e basilico. 




Share:

About Yesterday.

ON AIR
Where is The Love - The Black Eyed Peas

Poco più di 24 ore a San Vito Lo Capo. E' successo lo scorso fine settimana. Risultato: devastata dalla stanchezza #nonhopiuilfisico. L'occasione è stata quella del Cous Cous Fest 2017, giunto alla sua ventesima edizione.

DEDICATO A TUTTI GLI AMANTI DEL MANGIARE. 
Il Festival è sicuramente un evento piacevole al quale partecipare. Richiesta curiosità per assaggiare le diverse proposte di cous cous tra sapori tipici e sapori più stravaganti.  

LA SPIAGGIA DI SAN VITO è la cornice perfetta.





DOVE HO PERNOTTATO.

HOTEL SIKANIA Via Generale Arimondi 128, San Vito Lo Capo
A metà strada sulla Via Savoia. Struttura senza grossi accessori di arredo ma assolutamente ben tenuta e molto pulita. Camere vista Monte Monaco. Ottimo il rapporto qualità/prezzo. 



La pecca di San Vito Lo Capo, e i siciliani non me ne vogliano, resta l'esagerato accanimento turistico. NO a ristoranti locali se non quelli con proposte di menù turistico e il più delle volte con pesce surgelato. Così come anche la proposta dolciaria non sempre è fresca. SCEGLIERE RESTA MOLTO DIFFICILE E PURTROPPO ANCHE DOPO AVER SCELTO SI RESTA DELUSI. 

Confermo assolutamente LA BELLEZZA INDISCUSSA DELLA SPIAGGIA. Sabbia bianca e fine. Immersa un paesaggio naturalistico molto ma molto suggestivo. 



Share:

Back to School.

Il nostro BACK TO SCHOOL è stato già qualche giorno fa. Lorenzo non ha poi reagito così male. Negli ultimi giorni di agosto, ho avuto l'impressione che cercasse la sua routine quotidiana dell'asilo: giochi in giardino - bimbi - il pranzo tutti insieme. 
Quest'anno sarà l'ultimo anno di materna. Abbiamo varcato nuovamente quel cancello e ad aspettarci sempre il solito vialetto che la mattina è una lotta percorrere - BRUTTO ASILO, IO ALL'ASILO NON CI VADO - e invece il pomeriggio è una lotta per abbandonarlo - ASPETTA MAMMA UN ALTRO GIRO - E così siamo già al terzo anno.

RICORDO QUANDO SONO ANDATA A VEDERE LA STRUTTURA PER LA PRIMA VOLTA: Bella e Colorata!
RICORDO TUTTE LE MIE DOMANDE: puntualmente annotate su un foglio bianco ripiegato in quattro e custodito nel caos della mia borsa. 
RICORDO TUTTO IL MIO ENTUSIASMO: era esattamente quello che cercavo per Lorenzo. 

Sono soddisfatta della scelta che abbiamo fatto. Seppur tanti sacrifici (la struttura è privata) ma ritengo che questi anni per Lorenzo sono e saranno un valore aggiunto che resteranno nella sua formazione. 

Buon Anno Scolastico Piccola Peste. 

E i vostri BACK TO SCHOOL come sono andati? 



Share:

Quando è Domenica e fuori piove. Torta al Cacao con Sciroppo d'Acero.

ON AIR
Mi Ha Fatto Fare Tardi - Nina Zilli 

Quando è Domenica e fuori piove, il cielo è coperto e promette tutto meno che uno spiraglio di sole. 

Quando Lorenzo, quattro anni e mezzo, mi dice: Mamma la notte di San Lorenzo ho visto due stelle cadere.
Io: Hai espresso i desideri?
Lorenzo: Si due. Uno di fare una torta con mamma quando torno a Roma. Uno di comprare una Ferrari quando sarò grande.
Io: Ah però! E sulla Ferrari con chi ci andrai?
Lorenzo: Con MAMMA.

Quando è Domenica, fuori piove e decidiamo di esaudire il primo dei due desideri.

RICETTA FACILE, CON SCIROPPO D'ACERO, PRESA DAL WEB E C'HO PENSATO SOLO DOPO: NON HA NESSUNA COMPONENTE GRASSA.

ABBIAMO SOSTITUTO LA RICOTTA CON LA ROBIOLA. 

ALZATE IL VOLUME E MESCOLATE. 


TORTA AL CACAO CON SCIROPPO D'ACERO
ingredienti
200 gr di robiola
4 uova
150 ml di sciroppo d'acero
50 gr di miele
270 gr di farina - sto usando la W170 della Garofalo
30 gr di cacao
1 bustina di lievito 
100 ml di latte - anche un po' meno

In una ciotola setacciare la robiola, unire le uova e mescolare. Aggiungere lo sciroppo d'acero e il miele. Aggiungere la farina setacciata, il lievito e il cacao. Mescolare e versare a filo il latte quanto basta per amalgamare bene. Infornare a 180° per circa 40 minuti. 





Share:

Le Mie Perfette Vacanze Romane.

ON AIR
ONG - Lionel Richel

Nel post precedente citavo #lemieperfettevacanzeromane che poi non sono altro che vivere lo solita quotidianità in una Roma sotto il caldo torrido di Agosto, vuota, solitaria ma soprattutto senza la presa di assalto del tanto troppo traffico.

SCOPRIRE ANGOLI NASCOSTI
La bellezza è soprattutto questa. Scoprire una street art alla quale non avevo mai fatto caso, guardare nei dettagli quelle vie, dove passo tutti i santi giorni, e scoprirle dei quadri meravigliosi.

VIA L'AQUILAnormalmente presa d'assalto da qualsiasi automezzo sia pubblico sia privato. Il semaforo pedonale dura esageratamente troppo e nell'attesa è inevitabile non guardare quel fiume di ferro che mi passa difronte. VEDERLA LIBERA E' ESALTANTE. Maestosa nella sua larghezza. Mi piace pensarla come una Regina Buona, come la Nonna affacciata in finestra ad aspettare il rientro dei nipoti in una sera d'estate.


VIA PESARO, un set cinematografico a cielo aperto. Qui l'accesso non è consentito alle automobili. Mi piace pensarla come al cortile sotto casa dove "i monelli" giocano ancora in strada con la palla. La sera si trasforma nel perfetto salotto demodè: luci ambrate e chiacchiere all'aperto seduti davanti il portone di casa.


VIA DEI SAVORGNAN, la percorro a piedi e la scopro romantica. Le piante rampicanti si trasformano nella cornice perfetta, quella che nessun corniciaio sarebbe capace di riprodurre. Mi piace pensarla come una coppia appena fidanzata, quando l'amore è ancora acerbo e così intenso da segnare ricordi indelebili. 


MA VIA DEI SAVORGNAN A ROMA E' CONOSCIUTA PRIMA DI TUTTO PER ALTRO. 

Osteria Da Betto e Mary - Via dei Savorgnan 99, Roma 
Appena 100 metri sulla destra provenendo da Largo Alessi. L'osteria è rimasta COSÌ. Se dovessi inviare una email di lavoro, scriverei: location e modalità invariate: tovagliato in carta,  ambiente spartano, staff simpatico e ruspante, decisamente romanesco senza troppi filtri nel linguaggio. Era più di dieci anni che non andavo. E' stato un tuffo nei ricordi di "quando ero giovane" e un tuffo nei sapori di UNA BUONA CUCINA ROMANA: tonnarello cacio e pepe servito su tagliere in legno, broccoli fritti, coppiette di cavallo, coratella, pajata e il vino è quello sfuso dei castelli romani. 
APERTO SIA A PRANZO SIA A CENA, CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE.



DA ROMA EST A ROMA CENTRO.

The Fisherman Burger - Piazza Pasquale Paoli 15, Roma 
Cambio di zona. Vicinissimi a Castel Sant'Angelo. Era lo scorso 13 Agosto. Un Lungotevere deserto. Scopro il locale grazie ad Instagram. Ero un po' scettica  pensando si trattasse di un locale turistico con i menù già belli e fatti a 15 euro.  A mio avviso concentrarsi sulle varianti di fishburger: la vera novità nel piatto.

OTTIMO RAPPORTO QUALITA'/PREZZO.
UNICA NOTA NEGATIVA: VINO SERVITO A TEMPERATURA NON OTTIMALE. 
APERTO SIA A PRANZO SIA A CENA.




DEL MOZZO
Ripieno di trancio di merluzzo, spinaci saltati, bacon croccante, scamorza affumicata e maionese. Servito con chips olandesi #adoro e insalata. 

DEL PESCATORE
Ripieno di salmone, crema di patate, rucola, peperoni, olive taggiasche e salsa fisherman. Anche questo servito con chips e insalata.



DA PONTE GARIBALDI AL PIGNETO.

Rosti al Pigneto - Via Bartolomeo D'Alviano 65, Roma
Prenotare il tavolo nel perfetto giardino d'estate, almeno fino a quando la stagione lo permette. Atmosfera gradevole forse un po' caotica ma c'è da dire che lo spazio esterno è molto grande dunque le persone sono tante. Inoltre c'è un'area giochi dedicata ai bambini ovvero MAMMA E PAPA' RIESCONO A MANGIARE SEDUTI AL TAVOLO. Anche qui la novità nel piatto è sicuramente l'hamburger, servito con patate e insalata. Menù vario ma non ho ancora approfondito.
APERTO SIA A PRANZO SIA A CENA.




IN ULTIMO MA NON L'ULTIMO: UN SALTO AL MERCATO CENTRALE.

Mercato Centrale Roma - Via Goilitti 36, Roma
Una sosta qui è d'obbligo e per il turista e per il cittadino che vive a Roma. Spazi accoglienti e vivaci nella Cappa Mazzoniana a ridosso della Stazione Termini - eliminando così anche tanto degrado che c'era intorno. Mi piace entrare e passeggiare lentamente, guardare un po' con il naso all'insù e catturare i diversi profumi. Mi piace guardare gli addetti ai lavori: LE CUCINE SONO TUTTE A VISTA. Questo posto mi piace perché il cibo è buono e di qualità #adoro




#cosìfiniscelastoriadellemieperfettevacanzeromane


WORK HARD, DREAM BIG

Share:
Template by pipdig