22 settembre 2015

Sandwich ripieno con fichi e prosciutto crudo.

ON AIR 
Ligabue - A modo tuo

Dall'inizio del mese di Settembre sono già trascorsi 22 giorni e di qui ancora non ci sono passata, se non nelle vesti di visitatrice per leggere il precedente post.
Vuoi perché sembra che questo Settembre sia pieno di cose da fare.
Vuoi perché a volte non so cosa scrivere nei post.
Vuoi perché la brava food blogger di non successo ha bisogno di periodi sabbatici durante i quali stacca dai social e da tutto quello che gli gira intorno. 
Perché io che il blog lo porto avanti solo per passione, a volte ho decisamente bisogno di allontanarmi da tutto. Troppe poche passioni e tanta massa.

La buona causa per riportarmi a scrivere è la mia tanto amata rubrica StagioniAMO (anche questa vergognosamente trascurata insieme alle mie colleghe di viaggio).
Per questo giro di Settembre, il menù che proponiamo è a base di fichi.
Appena confermata la scelta del frutto di stagione, il mio pensiero è stato immediatamente rivolto all'albero che felicemente affaccia sul terrazzo della casa di montagna. E' un albero che sta lì e cresce con quello che la natura gli offre: sole, pioggia, caldo e freddo!!! Il frutto sono dei fichi piccoli e buonissimi, che profumano di fico!!! Ogni anno stiamo lì ad aspettare che nascano e appena pronti cogliamo quelli che riusciamo a prendere e comodamente seduti sulla sedia, li mangiamo con tutta la buccia!!! Detto questo, pensare di realizzare una ricetta con diversi ingredienti di cui uno il fico, mi è sembrato da subito impensabile...io il fico lo mangio per intero appena colto dall'albero!!!
Ma in cucina gli strappi alle regole esistono...e come se esistono...e per questo giro di StagioniAMO, mi sono fatta coraggio e ho sbucciato il fico, l'ho condito con olio extra-vergine di oliva di pietra calcarea e sale, ho comprato del prosciutto crudo dolce, una baguette e preparato un sandwich.
Ci è voluto più tempo a prepararlo che a mangiarlo!!!  

Alla fine del mese di Settembre manca davvero poco. Con la testa ancora ai sapori di un'estate appena finita, penso a quante cose cambieranno a breve nella mia vita. 
Cambiamenti che presto mi riporteranno in cucina con più entusiasmo di prima. 

Buona giornata gente e non perdetevi il sandwich di fico prima che la stagione voli via!!!

SANDWICH RIPIENO CON FICHI E PROSCIUTTO CRUDO
ingredienti
fichi
prosciutto crudo dolce
olio extra-vergine di oliva
sale
pane 

Togliere la buccia ai fichi e schiacciarli con una forchetta. Condire con l'olio e il sale. Inumidire il pane con l'olio e farcire con prosciutto crudo e i fichi. Le quantità sono assolutamente a gradimento personale. 

ON THE TABLE
Brau-Waisse - Aynger
Birra in stile Waisse con note dolci e speziate
in collaborazione con Diario Birroso

19 settembre 2015

Favignana05: L'isola che per fortuna c'è.

ON AIR
Green Day - Wake Me Up When September Ends

L'ultima settimana di estate porta un assaggio di quello che sarà un autunno che ci aspetta.
L'estate appena passata però, porta ricordi che inevitabilmente rimangono e accompagnano, almeno fino alla prossima estate e oltre (diciamo pure sicuramente oltre).
La Pasticceria Siciliana merita un discorso a parte, che in pochi sono in grado di affrontare senza sporcarne il concetto (ecco, forse la Pasticceria Siciliana è un 'concetto', non ha a che vedere con qualsiasi cosa riguardi il mondo materiale...).
Il ricordo in questione però, riguarda quello che ci vuole per accompagnare degnamente i capolavori di questi artisti del dolce: indovinate un po'? Il vino.
In realtà non si parla tanto del vino in se, ma di luoghi e persone.
Il ricordo dell'estate favignanese è legato indissolubilmente al ritrovo notturno (per noi le 21.30 è notte fonda) della perdizione alcolica, al covo degli alcolisti/intenditori/appassionati del bicchiere (mezzo) pieno, o presunti tali, al salotto della chiacchiera in stato di ebbrezza.


Viino - Via Roma, Favignana
Eccolo qui. Si chiama Viino (la doppia i è ovviamente voluta, a ribadire quanto ci piace, a chiamarlo più forte, non sia mai l'oste non ci senta) ed è qui che, se siete a Favignana, o se programmate di andarci, e non avete particolari intolleranze all'alcol che nel caso vi metterebbero a repentaglio l'esistenza (ma io rischierei comunque), non potete evitare di imbattervi (volontariamente). Il buon Vito, stimato collega AIS, vi immergerà (non tanto in senso figurato, le dosi sono tarate per panze esigenti) nel mare sensoriale dei vini passiti e liquorosi proposti in assaggio all'ora giusta (che poi, ne esiste una sbagliata?).

Il "semplice" assaggio ve gusta, ma non ve basta? Ecco, provate a chiedere un calice di marsala in mescita: vi conviene posare bagagli, borse, asciugamani e secchielli, mettervi pure seduti (dove capita), e lasciare che gli eventi abbiano il loro corso naturale.
In questo caso, il corso naturale degli eventi vorrebbe che si fatichi a tornare a casa con le proprie gambe. Tuttavia esistono anche persone normali che decidono che uno basta, e regoliamoci, che tanto magari si torna a bere domani, perché anche l'altro passito non era male, poi c'era quello zibibbo che devo riassaggiarlo perché non me lo ricordo bene e non ho preso i miei appunti di degustazione (ecco questa era grossa...), o anche solo per un'altra festicciola all'aperto mentre si guardano i passanti che non sanno cosa si perdono.
Si tornerà a bere domani...
Ecco, magari non proprio domani per noi che è settembre, ma insomma, gira gira...
Come disse un altro ospite, di un altra isola, dobbiamo tornare indietro. 


A presto! No stavolta davvero...