11 luglio 2015

Favignana01 (il ritorno porta addosso mal di testa e mal d'anima).

ON AIR
Mina - Se Telefonando 

Quando arrivi a Palermo, scesi dalla nave girando a destra, la prima cosa che vedo è il mercato ortofrutticolo.
Come l'anno scorso, anche questa volta mi sono affascinata a guardare. Uomini forti in infradito a scaricare cassette di frutta e di pesce fresco così fresco che l'odore riempie l'aria. E mentre guardo, a mischiarsi con quel forte odore, il profumo inconfondibile delle brioche calde. 
Sono appena le 7.00 del mattino e la città nella sua routine è pronta per una nuova e unica giornata.
Noi ci dirigiamo sulla A29, direzione TRAPANI.

Già due giorni a Favignana a pedalare lungo una costa di pietra calcarea che offre una meraviglia della natura da lasciarmi senza fiato. Una tavolozza di colori blu e un'acqua ghiacciata mai sentita prima. 

Tappa d'obbligo la mattina è il caffè al pistacchio del Bar du Marinaru. La crema al pistacchio, ci racconta Vito, è preparata apposta per loro, cremosa al punto giusto da non appiccicarsi al bicchierino ma da sciogliersi egregiamente nel caffè. Rigorosamente senza zucchero!!!!


Passato il giro di boa. Domani ricomincia un'altra settimana a Favignana. E' appena passata la mezzanotte da qualche minuto e sto qui ferma ad ascoltare il mare, la sua musica e il suo profumo. 





È già trascorsa più di una settimana dal nostro ritorno da Favignana e quel mare mi manca come l'aria. 
Avrei voluto scrivere quotidianamente, immortalare in un post tutta la vita di quei giorni ma poi...è praticamente impossibile. 
Giorni di pedalate con il mare in faccia accompagnati dai bianchi gabbiani (mai visti così tanti volare vicini). 
Giorni ad aspettare gli aliscafi partire e incantarmi davanti allo stupore di mio figlio.
Giorni di costumi bagnati.
Giorni di sole in faccia. 
Giorni a guardare il mare e basta. 
Giorni di granite da Mama's al porto. 
Notti a bere passito e zibibbo made in Sicily.
Giorni di scirocco e grecale che durante la vita su un'isola diventa fondamentale conoscerli.
Giorni con la gente del posto e le loro storie di vita piena. 
Giorni di frittura al cartoccio alle 18.00 da Pescheria Florio in Piazza Europa.
Giorni vissuti. 
Giorni pieni di amore verso la vita.
Favignana non è stata solo una vacanza, è stato un viaggio...

To be continued!!!


2 commenti: