Il mio corso di cucina nella Città del Gusto (Lesson n. 1).

ON AIR
Bruce Springsteen - Born to run

1, 2, 3....CIACK SI CUCINA!!!
Inizio il mio corso di cucina nella Città del Gusto. 
Finalmente!
Una location, quella della Città del Gusto, che mette entusiasmo solo ad entrare.
Mano mano che salgo le scale mobili, sbircio i locali delle cucine. 
Arrivo al terzo piano. 
Mi unisco agli altri già in attesa. 
Ci invitano ad entrare e a prendere postazione.
Il grembiule è vostro!!! wow!!! Il grembiule della Città del Gusto. 
Davanti a me una cucina vera. 
I fuochi grandi. 
Le vasche dei lavelli ancora più grandi.
Le pentole pesanti.
Il mestolo e lo spelucchino.
La dispensa delle ricette che andrò a realizzare. 
Lo chef ci racconta. 
Dalla "sbianchitura" delle verdure alla pulitura del carciofo romano. 
Dal sedano e la carota al gambero saltato in padella.
Dal gambo del prezzemolo (della serie non si butta via niente) al segreto di una pasta e vongole d'eccellenza.
Regole fondamentali: assaggiare e non salare. 
Tocca a noi, dietro ai fornelli.
         

Smorzo la tensione con un bicchiere di vino rosso. 
Indosso il grembiule e inizio a tagliare le verdure. 
Il suono dei piatti ad accompagnarmi. 
Il calore dei fuochi a riscaldarmi. 
Un'atmosfera piacevole.
Facce sorridenti. 
Ognuna con la sua motivazione. 
Giù le verdure in acqua a sbianchire. 
Nel frattempo il carciofo immerso nell'acqua acidula. 
Qualche minuto e le verdure sono pronte.
Pulisco il pesce. 
Gli occhi catturano le altre postazioni. 
Mi emoziona vedere gli altri: sembra conoscerli da sempre. 
I miei ingredienti sono quasi pronti. 
Salto le verdure in padella e poi il pesce. 
Via ad impiattare......e mangiare.


Seconda ricetta.
Primo piatto di pesce: spaghetti con le vongole. 
Lo chef ci racconta del pesce.
Una parentesi dedicata alle migliori paste su territorio nazionale.
Non è vero che l'acqua della pasta deve essere salata dopo che bolle.
Una valanga di nozioni da catturare con velocità.
Alcune da mettere subito in pratica.
Guardo ancora gli occhi degli altri, sorridono.
Quanto mi piace questo corso!!!


Di nuovo ai fornelli.
I miei spaghetti con le vongole e qui la felicità si spreca.
Erano belli.
Erano buoni.

Ed io....ero felice.

continuerà con Lesson n. 2.....





Commenti

  1. che bello complimenti..mi piacerebbe partecipare ma conoscendomi avrei vergogna anche della mia ombra ^__^
    brava
    lia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lia, prima di andare pensavo proprio come te (infatti mi sono fatta coraggio) eppure quando stavo lì mi sentivo serena, al mio posto!!!!!

      Elimina
  2. complimenti, sei davvero brava! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  3. Ma che davvero hai partecipato a questo corso e cucinato??? che brava.. io son troppo vergognosa per queste cose.. farei solo casino.. Che bel piatto di vongole.. mmm ma torglimi una curiosità.. quando si sala quindi la pasta????.-D smackkkkkkkkkkkkkkkk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si tutto vero!!!! E nn vedo l'ora arrivi sabato prossimo.
      Lo chef dice che l'acqua della pasta va bene salarla in qualsiasi momento, non esiste regola sul prima e dopo.
      Kiss bellezza

      Elimina
  4. il tuo corso!!!!!!!! e la cuoca più rock della rete ;)

    RispondiElimina
  5. Ma che bello il tuo corso di cucina, che emozione!!! Io sono come Claudia: mi piacerebbe tanto partecipare a un corso di cucina ma mi vergogno troppo.
    I tuoi spaghetti alle vonfgole sono stratosferici fede, che fameeeeee!!!
    Bravissima tanti complimenti e baci a te e val piccolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luna quando stai lì passano tutte le vergogne.
      Anche io credevo di vergognarmi e invece mi sentivo leggera e felice.
      Lo chef è molto bravo e sa mettere a proprio agio.
      Un kiss a te

      Elimina

Posta un commento