Involtini di Bresaola e Ricotta (e la perdita di qualcuno a noi caro).

ON AIR
Ligabue - Lettera a G

Così un giorno di mezza estate mi ritrovo a fare i conti con la morte.
Illusorio pensare di sentirsi pronti. 
Difficile gestire le sensazioni che invadono l'anima.
Una fitta prende allo stomaco.
Un rumore assordante riempie la testa.
La commozione scatena pianti inconsolabili.
Ogni attimo a ricordare della vita come scorre veloce.
Ogni attimo a ricordare "sono diventata grande".
Neppure la nascita di un figlio scandisce così bene il tempo.
La morte invece si.
Velocemente inizia a pulsare dentro.
Consegna i ricordi.
Alimenta rabbia.
Produce amore.
Genera tristezza per quel 'ti voglio bene' non detto.
Scalfisce un vuoto nel cuore, incolmabile.

Sabato 13 luglio mia nonna ci ha lasciato.
Con lei non avevo un rapporto speciale, di quelli che si hanno con le nonne.
Ma quando l'ho vista, una parte di me è volata via con lei. 
Fai buon viaggio nonna...poi riposa se puoi.

INVOLTINI DI BRESAOLA E RICOTTA
INGREDIENTI
bresaola
rucola
ricotta di pecora
limone
olio
sale

Condire la rucola con olio, sale e limone. Preparare le fette di bresaola e aggiungere su ciascuna un cucchiaino  di ricotta e qualche foglia di rucola. Chiudere gli involtini e spremere sopra qualche goccia di limone.



Commenti

  1. Comprendo appieno le tue parole.. sapessi le persone a me care che ho perso prematuramente molti e molti anni fa... E' la vita Fede... bisogna andare avanti.. e conservare i ricordi.. quello si!! Buonissimi i tuoi involtini.. e un "ciao" a tua nonna... <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E già è proprio così: bisogna andare avanti...ma ogni volta è tosta!!!
      un abbraccio tesora

      Elimina
  2. Non si è mai pronti per queste cose, purtroppo. è vera una cosa che ho letto tempo fa però: il lutto scatena un'energia potentissima che ti fa dire "Stavolta non è toccato a me". Che non è per niente consolatorio, ma vero sì, come è vero che prima o poi tocca a tutti. Allora ogni volta che muore qualcuno, a parte continuare a farlo vivere nei ricordi, a tenerselo ancora più vicino al cuore, si può fare di tutto per riscoprire la bellezza effimera della vita, la sua fragile preziosità, tutto quello che generalmente si dà per scontato. Compreso il vivere stesso, che è fatto di dolori immensi e poi di gioie incontenibili e poi ancora di altalene e montagne russe di emozioni. Ma è fatta anche di un piatto semplice e meraviglioso come questo che hai preparato tu.
    Ciao nonnetta di Fede.
    A te molti baci e un abbraccio che ti sia di forza e di affetto immenso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai parole più vere.
      Le emozioni che scatena un lutto neppure una nascita riesce a scatenarle.
      e il segreto sta proprio lì....riscoprire la bellezza effimera della vita....e godersela.
      Grazie per le tue parole Luna, sei sempre accanto a me.
      Mi prendo il tuo abbraccio e ti bacio forte.

      Elimina
  3. Ciao Fede..mi dispiace tanto leggere della tua nonna..
    Io li ho persi parecchi anni fa purtroppo, mi sarebbe piaciuto conoscerli meglio e non attraverso il racconto dei miei genitori...è che quando si è ragazzini non si ha tanto tempo per i nonni, si è impegnati a vivere l'adolescenza...è la vita, e non ci possiamo fare nulla..
    Ma il piccoletto come sta?? Non mi sono dimenticata di te sai..è che il corso ed il trasloco mi hanno impegnata davvero parecchio...sto ancora sistemando scatoloni...:-/ prima di spedire ti chiamo così sono certa che siate a casa...noi ad agosto partiamo, voi??
    Adoro questi involtini, qui la bresaola va alla grande, le bambine ne sono ghiotte!!
    Un abbraccione! Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roby tesoro grazie!!!!
      Quando si è adolescenti si ha troppo poco tempo ma quando si è adulti ancora di meno!!!!
      Lorenzo sta bene...cresce ed è sempre più bono e teppista!!!!
      Dove andrete in vacanza???
      Bacio a te e alle fanciulle.

      p.s. per gli scatoloni nn ti invidio affatto ;-)

      Elimina
  4. <3
    ti abbraccio forte amica

    RispondiElimina
  5. Ti stringo forte e, una cuffietta per uno, "non è vero ciò che ho detto, qua c'è tutto a dire che ci sei". Forse non ce ne andiamo mai via veramente, ma qualche parte di noi rimane nei posti e nelle persone che abbiamo incrociato sulla strada.
    Un raggio di sole da qui, amica bella. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Popeya mia.
      Forse è come dici tu... non ce ne andiamo mai veramente.
      Bacio

      Elimina

Posta un commento