26 aprile 2012

Garganelli e Broccoletti

Ecco che arriva la bella stagione. 
Il cielo terso a fare da cornice.
I raggi timidi del sole a scaldare la pelle. 

Speriamo che le temperature ci lascino abituare e godere un po' di questo clima primaverile, che si è vero toglie un po' di energia (aprile dolce dormire), ma ci riempie gli occhi di colore a partire da banchi di frutta e verdura. Si iniziano a vedere gli ortaggi vivaci che riempiranno le nostre tavole e i frutti più golosi fra quelli delle quattro stagioni. 
Ma prima del tuffo nella stagione calda, qualche sacchetto di verdure della stagione fredda riempie ancora il freezer. 
Scongelo il penultimo: broccoletti!!! Ma quanto sono buoni??? 
Dopo la scorpacciata invernale, un modo degno per salutare l'inverno appena trascorso non poteva che essere un primo piatto: GARGANELLI E BROCCOLETTI con un un po' di cacio che non guasta mai. 

INGREDIENTI
garganelli
broccoletti
parmigiano 
pecorino
olio
sale

In una padella mettere a condire, come meglio si gradisce, i broccoletti. Mettere su l'acqua della pasta, salare a bollitura e procedere seguendo la cottura. Nel frattempo prelevare un po' di acqua di cottura e preparare una crema con parmigiano e pecorino. 
Buttare la pasta cotta in padella insieme ai broccoletti, versare sopra la crema di formaggi e mantecare a fiamma vivace. 

ARRIVEDERCI FREDDO!!!



Con questo post partecipo al contest "E TU DI CHE PASTA SEI" del blog Le Mezze Stagioni
scade il 20 maggio 2012



23 aprile 2012

Yogurt bianco e Muesli croccante (buongiorno)

Di sicuro uno dei modi migliori per dare il "la" positivo ad ogni inizio giornata è la prima colazione. Ci saranno infiniti post sull'importanza del primo pasto della giornata, post sia con informazioni nutrizionale ma anche semplicemente post goduriosi per rendere questo momento di altissima qualità e soddisfazione. 

Quindi fondamentale è variare e a volte basta davvero poco. 
Un po' come è successo a me. 
Assenza di latte in frigorifero.
OPS!!! 
Cosa mangio???
Una tazza di YOGURT BIANCO E MUESLI CROCCANTE  con una tazzina d caffè. 

Una crema buona da diventare dipendenti.
Cremosa da voler mangiare anche la tazza.
Profumata da far sorridere tutta la giornata. 

INGREDIENTI (quantità desiderate)
una tazza di yogurt bianco senza zucchero
una tazzina di caffè senza zucchero
muesli croccante (con nocciole e scaglie di cioccolato fondente)

BUONAGIORNATA!!!


19 aprile 2012

Cracker Yogurt, Olio e Sale

A chi non capita di essere rapiti da un improvviso attacco di fame nel cuore della notte??? 
Se ancora non vi è capitato, lasciate che questo attacco vi rapisca e abbandonatevi totalmente ad un'esperienza mistica!!! E si perché lo spuntino nel cuore della notte richiede una certa profondità nel eseguirlo, una completa convinzione di quello che si sta per ingerire nello stomaco. Il cibo deve essere scelto con accurata attenzione così da mettere a segno uno spuntino appagante ma leggero (perché l'importante è anche che lo spuntino ridoni subito il sonno), fresco e profumato (così da ritornare a letto immersi in una sensazione di assoluto benessere). 
E poi deve essere sfizioso, originale insomma per un semplice frutto non vale assolutamente la pena alzarsi da letto!!!
Mentre per un CRACKER CON YOGURT OLIO E SALE resterei sveglia anche tutta la notte!!!

INGREDIENTI (quantità desiderate)
cracker non salato
yogurt bianco 
olio 
sale

In un bicchiere mischiare insieme lo yogurt con l'olio e sale. Preparare il cracker diviso nelle due parti e adagiare delicatamente (facile che il cracker si spezzi) la crema. Prima di iniziare a mangiare preparare tutte le fette che desiderate, solo dopo iniziare a mangiare lentamente assaporando ogni sapore e consistenza. 




Con questo cracker di mezzanotte partecipo al contest di Valentina  e Vanessa "Lo spuntino di mezzanotte", scade il 16 giugno 2012.



17 aprile 2012

Calzone ripieno di Cicoria e Mozzarella

Il calzone (che viene chiamato a secondo delle varie denominazioni regionali cazzotto o panzerotto) è un tipo di pietanza da rosticceria, chiusa su se stessa, a forma di mezzaluna. È un prodotto tipico delle regioni del centro-sud Italia.
Si prepara con la stessa pasta per creare la normale pizza, ed è chiamato panzerotto specialmente in Puglia (ad esclusione della provincia di Lecce in cui è chiamato calzone), diversamente dalle altre regioni in prevalenza del centro-sud d'Italia (Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia) per distinguerlo dai numerosi tipi di calzone al forno. A Napoli, dove è anche molto diffuso, viene chiamato semplicemente pizza fritta, mentre con il termine calzone si indica il calzone al forno ed il nome panzerotto ('o panzarotto detto in napoletano), viene invece utilizzato per indicare delle semplici grosse crocchette di patate.
Esistono molte varianti al ripieno originale del panzerotto pugliese; noto è il ripieno con l'aggiunta delle olive snocciolate, delle acciughe, della cipolla e dei capperi. Il panzerotto nasceva dalla tradizione della cucina più povera pugliese, quando con la rimanenza della pasta del pane venivano cotte queste piccole mezzelune con pezzi di formaggio e pomodori.
Il tipico panzerotto pugliese è ripieno con pomodoro e mozzarella, può essere cotto al forno o fritto nell'olio extravergine di oliva. Il prodotto per essere gustato appieno va mangiato caldo.
fonte Wikipedia

Il tipico CALZONE della cucina di collefiorito è invece ripieno di CICORIA E MOZZARELLA e cotto al forno. Con l'ausilio della macchina del pane, la preparazione è davvero lampo (ricordare di aggiungere gli ingredienti nel cestello da quelli più liquidi a quelli più solidi). Durante l'impasto, preparare la cicoria con il condimento che si gradisce e distribuirla sulla pasta stesa quando si sarà stiepidita. Aggiungere la mozzarella a pezzi (una per calzone),qualche goccia di tabasco e chiudere. Infornare a 200° q.b.

INGREDIENTI 
400 g di farina 00 
200 ml di acqua 
mezzo cubetto di lievito
1 cucchiaio e mezzo di olio extra vergine
1 cucchiaino e mezzo di sale
cicoria
2 mozzarelle 
tabasco (per i più passionali). 




16 aprile 2012

Grande Muffin con Cioccolato e Mascarpone

Giornate veloci, colme di emozioni e sensazioni contrastanti, un fiume di pensieri che sposta qualsiasi confine, un ritaglio di tempo per allentare le tensioni con una fetta del GRANDE MUFFIN CON CIOCCOLATO E MASCARPONE e qualche goccia croccante sparsa qua e là.

INGREDIENTI 
3 uova
300 g di farina 00
100 g di zucchero
100 g di burro fuso
1 bustina di lievito
mezza tavoletta di cioccolato fondente
250 g di mascarpone
nocciole
un pizzico di sale



Mischiare insieme uova, sale e burro (precedentemente fuso). In un'altra ciotola mischiare gli ingredienti solidi: farina, zucchero e lievito. Unire il composto liquido a quello solido e amalgamare insieme (non è importante ottenere un composto omogeneo). Nel frattempo mettere a sciogliere a bagno maria la cioccolata, lasciarla freddare quanto basta e unirla al composto. Aggiungere il mascarpone e per ultimo una manciata di nocciole tagliate grossolanamente. Versare in uno stampo imburrato, spargere sulle superficie qualche nocciola intera, infornare per mezz'ora a 160°. Se conservato in un sacchetto di plastica ben chiuso, resta fresco per più giorni. 


7 aprile 2012

Tonnarelli con Asparagi e Speck

Achille Campanile asseriva, forse con ragionevole filosofia, che non esiste alcun rapporto fra l'asparago e l'immortalità dell'anima. Per paradosso, con altrettanta filosofia gustativa, si può però affermare che la bontà e l'eleganza gastronomica di questa prelibata verdura sono pressoché immortali e soprattutto indiscusse. Talmente indiscusse che spesso gli asparagi sono stati scelti per essere "eternati" dalle parole di scrittori famosi, rimasti evidentemente folgorati dal gusto e dalla bontà di questo ortaggio: Ernest Hemingway in "Addio alle Armi", Guy de Maupassant in "Bel-Ami", Giovanni Verga in "Novelle Rusticane", Georges Simenon in alcune avventure del Commissario Maigret. E in effetti l'asparago è una di quelle prelibatezze culinarie di cui non si può fare a meno: morbido e croccante allo stesso tempo, in perfetto equilibrio tra il dolce e l'amaro al palato. La raffinatezza alla vista nel presentarsi così fiero ed elegante unita alla delicatezza del suo sapore indimenticabile rendono questo ortaggio (verde, bianco o violetto che sia) uno dei prodotti alimentari  più pregiati che si possono trovare sul mercato. 
Marcel Proust rimase "rapito davanti agli asparagi, aspersi d'oltremare e di rosa", perciò lasciamoci anche noi cullare fra i sapori e i colori di questo vero Principe della cucina italiana. 
I Grandi Libri degli Ingredienti - VOL. 14


TONNARELLI CON ASPARAGI E SPECK
INGREDIENTI 
1 mazzetto di asparagi 
1 fetta di speck tagliata spessa
1 scalogno
parmigiano 
tonnarelli

Sbollentare gli asparagi in acqua salata in ebollizione per 7-8 minuti. Nel frattempo in una padella con olio aggiungere lo scalogno tagliato a fette e lasciare appassire su fiamma lenta. Aggiungere lo speck tagliato a pezzetti e gli asparagi dopo averli scolati e tagliati. Lasciare su fiamma fino a quando l'asparago non sarà morbido. Durante la cottura aggiustare di sale e aggiungere una grattugiata abbondante di parmigiano. Cuocere i tonnarelli per il tempo necessario. Non appena pronti scolare la pasta, conservando un po' d'acqua di cottura. Buttare i tonnarelli in padella e mantecare su fiamma vivace per qualche minuto. 
Se gradito servire con parmigiano grattato sopra ma anche senza sono già perfetti!!! 

BUONA PASQUA