31 ottobre 2012

Cous Cous con Piselli e Salsiccia (e la LESSON 3: il Travaglio).


Lesson 3: il Travaglio. 
Solo la parola mette paura. 

Arriviamo a destinazione percorrendo le strade di una Roma fredda.
Scorro subito gli occhi delle altre future mamme. 
Sguardi persi nel vuoto per le future mamma con la pancia più grande.
La pancia più grande che sta lì a ricordarti: ci siamo quasi!!!
Tutte insieme ascoltiamo. 
Ci rilassiamo. 
Ci confortiamo. 
Le parole di una bravissima ostetrica a chiarire qualche dubbio o quasi. 
Impariamo che non è necessario catapultarsi in ospedale alle prime contrazioni regolari. 
Impariamo che le contrazioni per essere regolari devono avere la durata di un minuto. 
Impariamo che a contrazioni regolari non corrisponde la famosa rottura delle acque o viceversa. 
E che quasi mai non è necessario mettersi in macchina come dei matti, magari pure il fazzoletto bianco fuori dal finestrino, per raggiungere l'ospedale. 
Certo la scena in macchina con il fazzoletto bianco fuori dal finestrino fa molto Hollywood!!! ;-)

E fra una risata e un esercizio di respirazione, ognuna di noi inizia, per quello che è possibile, ad immaginare il proprio travaglio. 
Colui o colei che ci sarà accanto. 
Quale musica accompagnerà il momento. 
La posizione preferita per diminuire il dolore. 

Poche settimane e questo momento sarà vissuto. 
L'imprevedibilità è quello che più mi spaventa. 
Per il resto mi affido alla natura, al mio istinto. 
Raccolgo la musica che più mi piace, quella legata ai momenti più emozionanti della mia vita, quella musica che a risentirla riempie la testa di ricordi e mi trasmette grinta ed energia. 

E poi la cucina, un'altra passione. 
Dedicarmi in questi ultimi giorni per rilassarmi.
Per trasmettere al mio piccolo profumi e sapori. 
Per fargli sentire che la mamma sta bene quando mangia qualcosa di buono, genuino e preparato con amore. 

COUS COUS CON PISELLI E SALSICCIA
INGREDIENTI
cous cous precotto
piselli 
salsiccia
cipolla 
curry
olio evo

In un pentolino mettere a cuocere i piselli con un filo d'olio e la cipolla tagliata a pezzi. Aggiungere il curry (consiglio un'abbondante quantità) verso fine cottura. 
Nel frattempo cuocere la salsiccia e tagliarla a pezzetti. 
Cuocere il cous cous. Versarlo in una terrina e aggiungere piselli e salsiccia e mescolare insieme. Aggiungere un filo d'olio se necessario e servire tiepido. 


30 ottobre 2012

Muffins di Kamut all'Olio di Girasoli.

Ultimi giorni di Ottobre. 
Decisamente Autunno. 
Temperature rigide. 
Aria fredda.

Ancora qualche minuto immersa nel tepore del letto mentre i raggi, sempre più deboli, del sole illuminano la casa. 
Uno sguardo al cielo. 
Pulito. 
Senza nuvole.
L'aria è fredda solo a guardare l'azzurro del cielo così deciso. 

Buona Giornata. 

MUFFINS DI KAMUT ALL'OLIO DI GIRASOLI
INGREDIENTI 
75 ml di olio di girasoli 
125 g di zucchero
2 uova a temperatura ambiente
250 g di farina di kamut
1 bustina di lievito
250 g di yogurt al cioccolato fondente
scaglie di cioccolato fondente

In una ciotola mescolare insieme l'olio di girasoli con lo zucchero fino ad ottenere una crema. Aggiungere le uova e con l'ausilio di una frusta elettrica a bassa velocità, mescolare insieme. Aggiungere la farina e il lievito setacciati, lo yogurt e mescolare con una spatola. Per ultimo, unire le scaglie di cioccolato fondente. 
Infornare a 180° per 20 minuti.



25 ottobre 2012

Freselle con Pomodori, Cetriolo e Basilico (e il corso preparto nell'ottobrata romana).

Ancora Ottobre.
Questa volta quello di ora. 
L'Ottobre dell'Autunno romano.
L'Ottobre dei turisti che riempiono le strade della città eterna. 
L'Ottobre del Corso Preparto. 

Un incontro a settimana durante il quale si incrociano storie di donne, storie di mamme e di nonne.
Storie di ostetriche che condividono una passione tanto grande.
Storie di uomini con l'emozione pronta ad esplodere dagli occhi.

Sguardi che si scoprono. 
Paure che si confrontano. 
Gioie che si uniscono per diventarne una sola. 
Una festa di positività perché la nascita di una nuova vita trasmette speranza, alimenta il futuro di una famiglia, ti obbliga a crederci nonostante tutto. 

E fra questo turbinio di storie ed emozioni scorrono gli incontri. 
Il corpo della donna e i cambiamenti che la natura ha deciso per lei. 
Quel poco che è possibile conoscere del travaglio e del parto, perché anche per questi deciderà la natura  e per ogni donna deciderà diversamente. 

Cresce così la consapevolezza: il momento più straordinario della mia vita sta per arrivare. 

Ad accompagnarmi le storie delle donne, la mia emozione e la mia paura, l'Amore dell'uomo che amo, la  musica, la felicità delle nostre famiglie. 

E ad accoglierci: il nostro CAPOLAVORO. 

FRESELLE CON POMODORI, CETRIOLO E BASILICO 
INGREDIENTI
fresella integrale
pomodori
cetriolo
basilico
olio evo
aceto
sale
pepe
aglio

In una ciotola mettere insieme il pomodoro a pezzi e il cetriolo a pezzi con una foglia di basilico, olio, aceto, sale, pepe e aglio in quantità desiderata. Lasciare insaporire per 20 minuti o anche di più (più si lascia insaporire, più la fresella sarà gustosa). Inumidire la fresella e condire con il pomodoro e il cetriolo. 

IDEALE PER LA DONNA INCINTA CHE NON HA TANTA VOGLIA DI CUCINARE. 



19 ottobre 2012

Pan Brioche (e una valigia da riempire).

Allo scoccare dell'ottavo mese, tutta la serenità, conquistata da una donna incinta, svanisce.
Ansie e preoccupazioni di ogni tipo iniziano ad incombere pesantemente sulle giornate, non ti lasciano tregua. 
Quello che prima era gestibile, ora diventa impossibile. 
Quello che prima aveva un'organizzazione, ora si muove disorganizzato nello spazio. 
E come se tutto questo non fosse abbastanza, all'ottavo mese la donna incinta ha il compito "insolito" di riempire la valigia per l'ospedale. 
Perché da questo momento in poi ogni momento è buono!!!

Apparentemente, con un elenco dettagliato da seguire, tutto sembra facile da gestire. 
Praticamente riempire una valigia diventa un'opera interminabile.

Step 1: i vestitini del bimbo. 
Quale mamma non ha già pronti i vestitini del suo bimbo all'ottavo mese?
E fino a qui ci sono. 
Quattro pacchettini da fare con dentro tutina e body (e un po' di ansia perché le tutine ho paura siano troppo piccole e mio figlio, i medici, dicono sia in carne).
Su ogni pacchettino, un adesivo con su scritto nome del bimbo e cognome della mamma e il giorno nel quale indossare quel pacchettino.
Panico da ADESIVO!!!
Improvvisamente sembrano spariti gli adesivi dalla circolazione. 
Potrei sempre scrivere sul pacchettino con un pennarello??? E se poi si macchia il vestitino??? O prende cattivo odore??? Ecc.....Ecc... Ecc...

Step 2: occorrente per la mamma. 
Quattro camicie da notte.
Quattrooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo????
Di cui una con bottoni fino alle gambe e le altre con bottoni fino al seno. 
Ma chi diavolo ce l'ha le camicie da notte???
E come se non bastasse, la vestaglia: indumento a me sconosciuto!!! 
Non ho molte alternative, quindi mi organizzo nella mia disorganizzazione tanto che fino ad ora ho solo due camicie da notte (di cui una con bottoni fino alle gambe e l'altro non) e una vestaglia che sembra un cappotto di pile!!! 
La terza camicia da notte la farò diventare un pigiama.
La quarta camicia da notte non ci sarà!!! 

Step 3: l'occorrente da bagno. 
Qui panico più totale.
Mutandina usa e getta.
Assorbenti in formato XXXXXL. 
Copri water. 
No vabbè....ma dove si compra sta roba???

Step 4: riempire la valigia. 
Figurati se delle valigie a disposizione ne va bene una. 
Tutte piccole. 
Tutte poche pratiche. 
E la disposizione delle cose???
Che metto sotto???
I pacchettini con i vestitini del bimbo li chiudo già da ora???
E se dimentico qualcosa???? 

Step 5: me ne torno in cucina, alla valigia ci penso domani.

PAN BRIOCHE
INGREDIENTI per un 1 kg di impasto
500 g di farina 00
25 g di lievito di birra
170 g di burro 
50 g di zucchero
30 ml di latte o acqua
3 uova a temperatura ambiente
10 g di sale


PREPARAZIONE TRADIZIONALE
Disporre la farina a fontana su un tagliere e versare al centro le tre uova, il sale, lo zucchero e il lievito sciolto nel latte tiepido.
Amalgamare energicamente gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido e liscio; unire il burro a temperatura ambiente, poco per volta, fino a completo assorbimento. Coprire con pellicola trasparente e  lasciare lievitare per circa 1 ora. 
Dividere la pasta in due parti e stenderla su un tagliere infarinato in modo che assuma una forma rettangolare.
Ripiegare la pasta stesa unendo al centro i quattro angoli, poi ripiegare di nuovo fino ad ottenere le dimensione per uno stampo da plumcake. 
Rotolare la pasta su se stessa prima di metterla nello stampo imburrato. 
Spennellare la superficie con del latte e lasciare di nuovo lievitare finché la pasta sarà arrivata ai bordi dello stampo. 
Infornare a 180° per 25-30 minuti. 

PREPARAZIONE CONSIGLIATA PER DONNE INCINTA O PER CHI NON AVESSE TEMPO
Riempire il cestello della MDP dall'ingrediente più liquido a quello più solido avendo cura di sciogliere il lievito nel latte tiepido e unire il burro a temperatura ambiente (quasi sciolto). 
Selezionare il programma della pasta fresca più lievitazione e lasciare riposare circa una mezz'ora in più da quando termina il programma. 
Lavorare la pasta come descritto sopra e poi procedere a sistemare la pasta nello stampo e lasciare ancora lievitare. 
Spennellare la superficie con del latte e infornare a 180° per 25-30 minuti. 

PER MANTENERE IL PAN BRIOCHE FRESCO PER PIU' GIORNI, RIPORLO IN FRIGO AVVOLTO PRIMA NELLA CARTA ASSORBENTE DA CUCINA E POI NELLA CARTA D'ALLUMINIO PER PROTEGGERLO DAL FREDDO.


16 ottobre 2012

Muffins di Kamut con Banane.


E se "ricetta" che vince non si cambia, dedicarsi a nuovi esperimenti in cucina è inevitabile!!!

Buona giornata. 

MUFFINS DI KAMUT CON BANANE
INGREDIENTI 
75 g di burro a temperatura ambiente
125 g di zucchero
2 uova a temperatura ambiente
250 g di farina di kamut
1 bustina di lievito 
250 g di yogurt magro
1 banana tagliata a pezzi 

In una ciotola schiacciare con una forchetta il burro insieme allo zucchero fino ad ottenere una crema. Aggiungere le uova e con l'ausilio di una frusta elettrica a bassa velocità, mescolare insieme. Aggiungere la farina e il lievito setacciati, lo yogurt e mescolare con una spatola. Per ultimo, unire i pezzi di banana mettendone da parte un po' per la superficie. 
Infornare a 180° per 20 minuti. 


12 ottobre 2012

Crostata all'Olio con marmellata di Fichi.


Risveglio decisamente autunnale. 
Persa nel tepore del letto ad ascoltare la pioggia cadere. 
Questa mattina l'aria è più fresca.
Timidissimi raggi di sole ad illuminare le gocce d'acqua che accarezzano le foglie. 
La natura canta con i suoi passerotti. Sono due o tre ma dopo la forte pioggia ora se la danzano allegramente. 
Una musica accompagna la mia mattina autunnale, senza troppo disturbare. 
Mi muovo assonnata nella mia cucina che questa mattina sembra aver cambiato colore. Intravedo gli schizzi dell'arancio, del rosso confusi tra profumi della tavola. 
Tutto accompagna questa mattina. 
Tutto racconta le giornate, le mie giornate autunnali.

CROSTATA ALL'OLIO CON MARMELLATA DI FICHI
INGREDIENTI
4 uova a temperatura ambiente
250 g di zucchero
100 ml di olio di semi di girasole
500 g di farina 00 
1 bustina di lievito
scorza grattuggiata di un limone
1/2 bicchierino di rum
350 g abbondanti di marmellata di fichi (o quella che preferite)

Sulla spianatoia impastare gli ingredienti per la frolla procedendo aggiungendo uova battute, olio, zucchero, lievito, scorza di limone e rum nella fontana di farina. Della massa ottenuta mettere da parte un terzo, utilizzando il resto per lavorare una sfoglia da stendere sul fondo di uno stampo ben imburrato. Lasciare riposare in frigo. Nel frattempo preparare le strisce di decorazione con il terzo di pasta messo da parte precedentemente. 
Riprendere lo stampo, riempire con la marmellata e decorarlo con le strisce e un bordino di pasta lungo tutto il contorno.
Infornare a 180° per 40 minuti.


9 ottobre 2012

Muffins di Yogurt al Cocco.


Squadra che vince, non si cambia!
Così come in cucina: ricetta riuscita, non si cambia!
Unica eccezione: il gusto! 

MUFFINS DI YOGURT AL COCCO (o il gusto che preferite)
INGREDIENTI 
75 g di burro a tmperatura ambiente
125 g di zucchero
2 uova a temperatura ambiente
250 g di farina 00
1 bustina di leivito
250 di yogurt
pezzi di cioccolato fondente. 

In una ciotola schiacciare con una forchetta il burro insieme allo zucchero fino ad ottenere una crema. Aggiungere le uova e con l'ausilio di una frusta elettrica a bassa velocità, mescolare insieme. Aggiungere la farina e il lievito setacciati e mescolare con una spatola. Per ultimo unire lo yogurt. 
Riempire i pirottini e aggiungere qualche pezzo di cioccolato fondente sulla superficie di ogni muffins. 
Infornare a 180° per 20 minuti. 


3 ottobre 2012

Panini dolci al Cioccolato fondente.

Riflessioni di autunno. 
Perché l'autunno è anche questo. 
Pensieri più freschi e liberi si perdono nelle frizzanti mattinate della stagione dell'uva matura. 

Rifletto sui mesi appena trascorsi.
Già mi guardo indietro e vedo le differenze scolpite sul mio corpo. 
Qualche mese fa la mia pancia era ferma, oggi una giostra in continuo movimento. 

Rifletto sul tempo che stringe e fra un po' sarai qui. 
Paure, ansie e preoccupazioni ora iniziano a spingere sullo stomaco. Colmano il cuore fino a farlo pompare più velocemente. 

E poi un pensiero fisso: il parto. 
Rifletto.
Cosa succederà?
Come mi comporterò? 
Per quanto ho dedicato del tempo ad ascoltare storie di donne e del momento più straordinario della loro vita, la tranquillità non è parte di me. Perché la consapevolezza (e meraviglia) di essere diversa da qualsiasi altra donna non mi abbandona e per certo il mio dolore fisico, le mie difficoltà, la mia gioia saranno distanti dai loro. 

Rifletto sulle persone che mi sono state accanto. 
Al loro sostegno morale. 
Alle loro parole.
Alla loro capacità di comprensione. 
Alla loro pazienza infinita. 
Al loro immenso ed instancabile affetto. 
Al tuo Amore. 

Rifletto su queste giornate delle quali sento già mancanza. 
Noi due a farci compagnia in cucina. 
Spero che la musica del cioccolato fondente tagliato sul tagliere, sarà per te ricordo e che la sensazione di benessere che invade i nostri corpi appena avvertiamo il profumo del pane caldo, sarà per te sempre felicità.

Rifletto che mancano meno di 10 settimane.....e tu, Piccolo Mio, sarai fra NOI. 

PANINI  DOLCI AL CIOCCOLATO FONDENTE
INGREDIENTI
60 ml di olio di girasoli 
50 g di burro
4 cucchiai di zucchero
25 g di lievito di birra
100 ml di latte 
1 uovo 
una presa di sale
circa 500 g di farina 00
cioccolato fondente tagliato a pezzi 

Con l'ausilio delle macchina del pane, procedere all'impasto versando nel cestello dall'ingrediente più liquido a quello più solido. Avere cura di sciogliere il cubetto di lievito nel latte leggermente tiepido e di aggiungere il burro ammorbidito. 
Terminato il programma e quindi la lievitazione prendere la massa ottenuta e lavorarla a mano incorporando le scaglie di cioccolato fondente. Formare dei mini panini, spennellare la superficie di latte e infornare a 180° per 15/20 minuti. 


2 ottobre 2012

Mignon di Pere e Ricotta.


Ok lo ammetto.
Gli uomini in cucina quasi sempre raggiungono la loro massima espressione di creatività e perfezione.

"Nei prossimi giorni mi piacerebbe fare un dolce". "Ah si!? E che tipo di dolce?"
"Un dolce con pere e ricotta". "Che buono! Hai già una ricetta?"
"No, veramente no. Non seguirò una ricetta." 

Ma non si preparano i dolci senza seguire al dettaglio una ricetta!?!?!?!
E invece, ho dovuto ricredermi.

MIGNON DI PERE E RICOTTA
INGREDIENTI per 8/10 mignon
pere coscia 5/6
circa 200 g di ricotta
mezza tavoletta di cioccolato bianco
1 cucchiaino abbondante di zucchero
mezzo cucchiaino di cannella
cacao

Tagliare le pere a fette e farle cuocere in acqua fino a quando non saranno leggermente ammorbidite. Preparare la farcia mescolando insieme la ricotta, il cioccolato precedentemente sciolto a bagno maria, lo zucchero e la cannella. Comporre il mignon a strati: fetta di pera, farcia, fetta di pera. Cospargere con cacao amaro. Mangiare sia a temperatura ambiente che a temperatura frigo.