23 febbraio 2011

I Capricci di Merion

Immersa nella verde Umbria si nasconde un'Antica Residenza il cui nome è dedicato a Lady Merion, una splendida e capricciosa donna del tardo '800.
La nobildonna dubitando dell'amore del suo amante, come prova d'amore si fece erigere un dimora dove immergersi nella sua tanto amata arte e dove suonare in assoluta tranquillità la sua arpa.

Merion, eccentrica e cosmopolita, trascorreva la sua vita nel pieno della corrente Liberty che in quegli anni esplodeva in tutta Europa.

E così per due giorni siamo stati ospiti della villa di Merion, completamente in stile Liberty dove il tempo sembra fermarsi. Accompagnati dal suono dell'arpa, ci siamo lasciati coccolare dalla poesia e dal romanticismo della nostra Junior Suite: Botticelli. 


Le nostre giornate continuano sulla riva del Lago Trasimeno: uno specchio d'acqua dalle dimensioni maestose. Una gita sull'Isola Maggiore dove, a causa delle ridotte corse dei battelli nel periodo invernale, trascorriamo una buona fetta di tempo scoprendo una posto dove la natura è ancora a far da padrona e dove il silenzio ti rilassa e ti fa compagnia. Gli occhi non smetterebbero mai di guardare il lago per il suo colore rassicurante e sincero. 


E dalle rive del Lago al borgo di Passignano o perla del Trasimeno. Una passeggiata alla scoperta di vicoli di età moderna fino a raggiungere la rocca medioevale per terminare ancora con una passeggiata lungo Lago.



Per una magia così vale sempre la pena vivere!!!

11 febbraio 2011

Quanti libri hai letto nel 2010???




Chiara mi invita a questo simpatico e aggiungerei riorganizzativo MEME: Quanti libri hai letto nel 2010?
Allora quanti ne ho letti??? Tanti ma tanti li ho pure abbandonati perchè noiosi o perchè ne avevo iniziato un altro e a volte capita anche perchè non li ritrovo più!!!
Ad ogni modo, leggere è bello!!! 
Un momento sempre personale e di confronto, un modo semplice per evadere e conoscere. Un libro è prezioso e tanti ti accompagnano e necessitano una seconda, terza, quarta lettura per diventare sempre più personali.

Ma partiamo con le domande....1,2,3, VIA:

Quanti libri hai letto nel 2010?
una decina

Quanti erano romanzi e quanti no?
di sicuro 5 erano romanzi

Il miglior libro letto?
"Sulla strada" di Jack Kerouac

Il più brutto?
non direi il più brutto ma il più lento si "Tutta un'altra musica" di Nick Hornby
(dopo il fichissimo "Alta Fedeltà" sono rimasta un pò delusa)

Il libro più vecchio?
"Sulla strada" di Jack Kerouac

Il libro più recente?
"Il tempo che vorrei" di Fabio Volo

Qual'è il libro con il titolo più lungo?
"Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare" di Luis Sepulveda

Quello con il titolo più corto?
"Sulla strada" di Jack Kerouac

E quale vorresti rileggere?
"Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare" di Luis Sepulveda

I libri più letti dello stesso autore quest'anno?
tutti diversi

Quanti libri scritti da autori italiani?
uno

E quanti di questi libri sono stati presi in biblioteca?
nessuno

Dei libri letti quanti erano del formato e-book?
nessuno...carta for ever!!!


Buona lettura a tutti!!!

9 febbraio 2011

"Febbraio, il mese dell' idratazione" fonte STARBENE febbraio 2011

Cosa bere ogni giorno per assicurarsi un corretto apporto di liquidi? Acqua, innanzitutto, almeno 7 bicchieri al giorno. Ok anche alle tisane senza zucchero: non forniscono calorie e dissetano. Latte e succhi di frutta, invece, non sono bevande ma alimenti  e per il loro contenuto calorico bisognerebbe limitarsi a un bicchiere al giorno. Sono alcune linee guida dell'American Journal of Clinical Nutrition, che Lipton ha "condensato" in una piramide, in occasione del primo mese dell'idratazione.

6 febbraio 2011

San Pietro dal Buco

Oggi con il sole tiepido che c'era, d'obbligo la passeggiata in centro a Roma. Un cielo azzurro e terso ad accompagnarci tra strade affollate di turisti e i banchi del mercato biologico dove ci siamo riforniti e dove sempre abbiamo occasione di degustare prodotti tipici e completamente fatti in casa.

Da Circo Massimo quasi impossibile rinunciare ad andare passeggiando in Piazza Cavalieri di Malta dove puntuale ad attenderci c'è quel immesno e sbarrato portone scuro del palazzo del Sovrano Ordine di Malta. E piano piano ci si avvicina alla serratura del portone, la serratura più famosa di Roma meglio conosciuta come: San Pietro dal Buco!!! E si perchè la magia di questa piazza sta nel fatto che sbirciando dalla serratura del portone è possbile godere della vista della cupola di San Pietro. Uno "sbircio" così romantico che puntualmente emoziona, lasciando senza fiato per la spettacolarità indimenticabile.
Ma prima di andare via altre due, tre, quattro sbirciate occorre lasciarle tanto per continuare a fantasticare sulla maestosità che si cela dietro il portone scuro del palazzo del Sovrano Ordine di Malta....e si perchè senza l'autorizzazione di un Cavaliere dell'Ordine non è possbile accedere al giardino, qualcuno di voi conosce un Cavaliere?!?!?!?