29 gennaio 2010

I giorni della Merla al sapore di semifreddo al torrone

Eccoli arrivati puntuali come ogni anno i tre giorni più freddi dell'inverno, 29 30 e 31, detti anche i giorni della merla. Il nome di questi giorni deriva da una vecchia leggenda che narra la storia di una merla bianca che per ripararsi dal freddo, si rifugia in un comignolo dal quale uscirà il 1 febbraio, tutta nera a causa della fuliggine.
Sempre secondo la leggenda, se i giorni della Merla sono molto freddi, la primavera arriverà puntuale. Se i giorni della Merla sono caldi, la primavera arriverà in ritardo.
Noi tanto per scaldarci da questo freddo glaciale, per merenda ci siamo gustati il delizioso semifreddo al torrone presentato già sul blog di Chiara.
Non sono riuscita a resistere alla tentazione, le foto postate da Chiara erano irresistibili.Ingredienti necessari: 250 g di ricotta, 50 dl di panna fresca, 60 g di torrone bianco, 1 uovo, 40 g di miele di acacia, un pizzico di sale.
Rompere l'uovo separando il tuorlo dall'albume.
Montare insieme tuorlo e miele, fino a raggiungere un composto spumoso.
Lavorare la ricotta insieme alla panna montata e il composto di miele e tuorlo.
Aggiungere il torrone.
Per ultimo, montare l'albume a neve aggiungendo un pizzico di sale. Unire alla ricotta e amalgamare bene.
Versare in uno stampo rivestito di pellicola e mettere in freezer per almeno 2 ore. Guarnire, se desiderato, con cacao in polvere e cioccolato.Chiara aveva proprio ragione: morbido e goloso...da leccarsi i baffi!!!

25 gennaio 2010

La Prima Cosa Bella

E dopo la visione di un film bello, ci voleva un post bello e buono come quello di pane ricotta e nutella....ancora mi lecco i baffi!!!
Pane sciapo con noci fatto in casa così si mantiene anche di più. Una fetta con prima uno strato di nutella e dopo uno strato di soffice ricotta accompagnato da un bicchierino di sempre gradito passito di pantelleria.

Il film LA PRIMA COSA BELLA, assolutamente da vedere. Dolce, amaro, caldo, ti conquista subito dalle prime battute. Bravi gli attori, buone le scene, malinconico ma divertente. Vi lascio il link del trailer:

http://www.youtube.com/watch?v=12PLbUk5R14

21 gennaio 2010

Fagiolata

E con questo freddo, per fortuna ci sono le zuppe!
Carboidrati, proteine, fibre alimentari, tutto racchiuso nei preziosi 5 legumi della Fagiolata.
Modalità di cottura sempre le stesse. Riscaldare, in una pentola, un filo d'olio con cipolla; aggiungere i legumi, lasciati precedentemente in ammollo tra le 8 e le 12 ore, e ricoprirli di acqua. Portare ad ebollizione e lasciare cuocere su fuoco moderato per un'ora abbondante. Dopo l'ebollizione, condire a proprio gusto. Consiglio: curry, rosmarino, peperoncino e verso fine cottura aggiungere del pomodoro con parmigiano grattugiato.
Durante la cottura mai lasciare la zuppa senza acqua!!!

19 gennaio 2010

La tisana della sera

Quanto è buona la tisana la sera prima di dormire? A me gusta davvero tanto, è un momento così caldo e delicato, così personale e silenzioso che la sera proprio non ne posso fare a meno. E' il momento durante il quale si riflette sulla giornata, sulle cose accadute, sulle persone incontrate e su quello che vorremmo fosse diverso e migliore. E' il momento giusto per evadere con la testa. La tazza tra le mani riscalda il cuore e l'ambiente intorno a noi. E poi senza dimenticare i benefici di queste magiche tisane. Al risveglio, la pelle del viso è ogni giorno più luminosa.
Buonanotte sognatori e suonatori della rete ;-)

17 gennaio 2010

It's LUSH time!!!

Ieri a Roma c'era un sole fantastico, la giornata ideale per dedicarsi ad un pò di sano e piacevole shopping!!! L'aria fresca che si respira camminando, ancora ci fa sentire immersi nella magia del Natale. Da Piazza Venezia a Piazzale Flaminio, protagoniste nella via più caotica della città tra turisti, boutique di alta moda, artisti di strada e storia.Prima sosta da Accessorize, la boutique inglese che vende originalissimi accessori: borse, collane, bracciali, orecchini, sciarpe, portachaivi e scarpe e ancora tanto altro!
Seconda sosta a Via del Gambero, dove c'è la bottega più profumata della zona: LUSH!!!
Chi mi segue, conosce quanto vado pazza per questi prodotti. Anche se nella rete ho scoperto pareri discordanti, continuo a promuovere l'utilizzo di questi cosmetici naturali e fragranti. Sono prodotti fatti a mano con frutta fresca come facevano le nostre nonne. Gli ingredienti utilizzati non sono testati sugli animali e privi di conservanti.

Se avete voglia di provare, consiglio assolutamente i detergenti per il viso: miracolosi! Come anche le maschere per i capelli. In questo ultimo periodo sto utilizzando come trattamento settimanale la CAPELLI D'ANGELO a base di avocado, uovo, banane, aceto balsamico e olio d'oliva per un risultato morbido e profumato. Nel mio bagno LUSH un altro prodotto che non deve assolutamente mancare è il sapone NERO a base di liquirizia e carbone: disintossica la pelle del viso e asciuga gli eccessi oleosi accumulati dopo una giornata.
Vi consiglio di andare a curiosare ;-)

14 gennaio 2010

Pane al miele e....

Voglia di pane a colazione? Questo che vi propongo è l'ideale per iniziare la giornata pieni di energia, allegria e ottimismo. Si prepara con la MDP, qualche minuto per versare gli ingredienti nel recipiente e aspettare il delizioso profumo cospargere tutta casa.
Procedere versando nell'ordine: 450 ml di acqua, 100 g di burro fuso, 50 g di miele millefiori, 3 cucchiaini di zucchero, 2 cucchiaini di sale, 100 g di mela tagliata a pezzi, 30 g di cioccolato fondente, 30 g di noci. Aggiungere poi 700 g di farina e infine 10 g di lievito fresco.
Avviare la macchina selezionando il programma pane francese, circa 3 ore e 44 minuti.
Ideale per la prima colazione ma perfetto anche per una merenda...gli appassionati apprezzeranno!!!
Le dosi indicate sono per un impasto di 1500 g.

13 gennaio 2010

Zuppa di Farro e Fagioli

Calde, buone, profumate, speziate e nutrienti, adoro preparare e mangiare le zuppe. Una scodella di zuppa è la giusta carica di energia quotidiana. E nella stagione fredda ma quanto sono gradite con accompagnate del corposo vino rosso della casa???
L'ultima preparata è quella di farro e fagioli, particolarmente apprezzata per il sapore caratteristico. Lasciare farro e fagioli in ammollo tra le 8 e 12 ore. Per la cottura procedere scaldando un filo d'olio con della cipolla e una buona manciata di peperoncino se si gradisce piccante. Immergere la zuppa cruda nella pentola e coprirla di acqua fredda. Dopo l'ebollizione aggiungere le altre spezie: sale, rosmarino e curry e cuocere per un'ora abbondante su fiamma leggera. Consiglio ricorrente è quello di tenere la zuppa costantemente coperta d'acqua durante l'intera cottura.
Gli ultimi dieci minuti aggiungere del pomodoro con basilico e cuocere su fiamma vivace.
Buona zuppa;-)

10 gennaio 2010

Pane Pizza

Ma quanto è buono il profumo del pane caldo? Io lo metterei tra quei profumi speciali che ci ricordano l'infanzia, le nonne e i vicoli degli antichi borghi dove passavamo ore a giocare e a correre spensierati. Nelle città è difficile risentire questi sapori che tanto ci scaldono il cuore e allora ecco che il piccolo forno apre nelle nostre case riempindoci di gioia e serenità.
Il mio pane è semplice e mi trovo spesso a farlo con l'impasto che avanza dalla massa per la pizza. Gli ingredienti li conoscete tutti: acqua, sale, olio di oliva, farina e lievito. Per l'impasto mi lascio aiutare dalla comodissima MDP versando nell'ordine: 200 ml di acqua, 1,5 cucchiaio di olio, 1,5 cucchiaino di sale, 400 g di farina e per ultimo 11 g di lievito secco.
Circa un'ora e un quarto e la massa è pronta per essere infornata.
Buono, semplice e profumato come i sapori di una volta.

9 gennaio 2010

Amatriciana rivisitata

Nella tradizione romanesca il bucatino all'amatriciana è tra i piatti per eccelenza. Tra i vicoli di Trastevere, ogni trattoria propone questo corposo primo piatto rigorosamente con sugo, guanciale e cipolla.
Noi ieri sera, tanto per uscire fuori dagli schemi, l'abbiamo proposta con il farro.
La preparazione è semplice e veloce. Soffriggere la cipolla con il guanciale e il peperoncino. Quest'ultimo non deve essere molto ma quanto basta per sentire il piccante. Aggiungere poi il pomodoro e lasciare cuocere. Nel frattempo mettere su una pila con l'acqua e buttare il farro che deve cuocere fino a che risulti al dente.
Appena pronto il farro, buttare nel sugo e mischiare su fiamma viva per abbondanti 5 minuti.
Servire caldo!!!
Ottima proposta di primo piatto che riscuote sempre curiosità e successo ;-)

4 gennaio 2010

Cuori di nasello alle mandorle

Era il 1980 e Bruce Springsteen cantava Hungry Heart...e così ogni volta che ascolto questa canzone il mondo sembra davvero più bello, la giornata si colora anche se fuori la pioggia batte senza un attimo di tregua.
E quale canzone migliore di questa mette in corpo la giusta energia per dedicarsi completamente alla cucina??? A me personalmente, me ne vengono in mente poche...ma sono di parte!!!
Sono contenta di presentarvi come prima ricetta dell'anno un secondo piatto dal gusto croccante e delicato: cuori di nasello alle mandorle con cime di rape ripassate in padella.
INGREDIENTI
5 cuori di nasello tagliati a metà
500 g di cime di rapa
1 uovo
70 g di mandorle
sale
pepe
peperoncino
Pulire accuratamente le cime di rape, lavare e bollire. Nel frattempo tagliare i 5 naselli a metà così da ottenere 10 pezzi. Tritare le mandorle e sbattere l'uovo con una presa di sale e un pizzico di pepe. Ripassare i pezzi di nasello nell'uovo e subito dopo nel trito di mandorle.
Preparati i naselli, ripassare le cime di rapa in padella e in un'altra padella mettere a cuocere il pesce per una decina di minuti.
Servire aggiungendo qualche goccia di miele.
A noi è piaciuto tantissimo ;-)

E per i più curiosi vi lascio il link di Hungry Heart
il mondo non vi sembra già un pò più bello????

1 gennaio 2010

Happy New Year

Auguro a tutti un 2010 fantastico, colmo di amore e novità. Dopo un pò di assenza, causata dai mille impegni del periodo, mi piace ripartire donando a chi lo desidera il primo mese del CALENDARIO 2010. Ho realizzato anche la versione pdf per chi volesse stamparlo e collezionare tutti e 12 i mesi.
Un grazie speciale per l'affetto mostrato da quando ho inziato questa esperienza del blog.